Roma rimane senza uno dei suoi più grandi interpreti che muore per insufficienza cardiaca il giorno del suo ottantesimo compleanno.

Figura carismatica e intensa del panorama artistico ha saputo essere ottimo interprete teatrale, filmico e doppiatore.

Gigi Proietti è un uomo determinato che si è laureato in giurisprudenza per fare contenta la famiglia, ma ha vissuto sempre per lo spettacolo.

Uomo impegnato ha cercato di arricchire Roma con nuovi spazi. Ha chiesto lui stesso a Valter Veltroni la realizzazione del Globe Theatre secondo il disegno di Shakespeare riadattato per Villa Borghese ( ci vogliono i microfoni perché è un po’ più grande).

Una delle migliori direzioni artistiche del teatro Brancaccio a via Merulana.

Di lui e degli attori era solito dire:” ringraziamo iddio, noi attori abbiamo il privilegio di poter continuare i nostri giochi d’infanzia fino alla morte, che nel teatro si replicano tutte le sere”.

Un saluto ad un maestro che non ha mai smesso di insegnare e di farci sognare.

 

di Valentina Ughetto

Tota Pulchra
Tota Pulchra News
Instagram
LinkedIn
Youtube