Gemellaggio artistico e musicale, tra i giovani di Napoli, Taormina e Castellamonte, in ricordo della giovane Annalisa Durante, uccisa dalla Camorra all’età di 14 anni.

Nessuno può impedirci di essere liberi, di sognare, di esprimere le nostre idee e farle diventare la scintilla che darà vita a una società migliore: questo è quello che la giornata di sabato 11 maggio 2019 ha voluto manifestare attraverso la musica.

Si, la musica, arte sublime che ci proietta in un universo ricco di amore e libertà, passione e sentimento, di riscatto sociale e voglia di giustizia, ha fatto breccia nei nostri cuori, ricordandoci come l’arte e in particolare la MUSICA è contro la violenza di strada causata dalla Camorra, che cerca con modi coatti e intimidatori, di controllare i nostri territori di libera espressione, come la città di Napoli.

La manifestazione ha visto la partecipazione di associazioni come: “Annalisa Durante”, “Parte Napoli” e di numerosi istituti scolastici quali: il Liceo Artistico statale Renato Cottini di Torino, Liceo Artistico Felice Faccio di Castellamonte e dall’Istituto Comprensivo Ugo Foscolo di Taormina, che ogni giorno sono impegnate sul territorio a combattere il sistema camorristico ribadendo i concetti di legalità e giustizia sociale. Inoltre, la presenza dell’associazione Tota Pulchra International presieduta dal Monsignore Jean-Marie Gervais, Prefetto Coadiutore della Basilica Papale di San Pietro in Vaticano e dal suo primo assistente Dott. Valerio Monda, la quale si è sempre schierata contro l’illegalità, la violenza gratuita e ingiustificata delle mafie, ha dato all’evento i tratti distintivi di una cristiana comunione sociale, in nome del rispetto e del perdono.

La lotta alla Camorra ha trovato un prezioso e unico alleato LA MUSICA, che grazie alla “Baby Song Annalisa Durante” diretta dal M° Paola Astarita e dall’” Orchestra Giovanile Città di Taormina” diretta dal M° Mirko Raffone, ha creato un’atmosfera di incontro per tutti colore che vogliono un mondo migliore. Chitarre, violini, flauti, sassofoni, percussioni, voci… hanno fatto vibrare la Biblioteca a porte aperte “Annalisa Durante”, le note dolci ma pungenti, leggiadre ma appuntite, sono state utilizzate come lame affilate, come strumento di cambiamento e lotta alla Camorra.

La giornata si è conclusa nella chiesa di Sant’Agrippino con l’inaugurazione dell’opera “La Meridiana dell’incontro” donata dal Liceo Artistico “Felice Faccio di Castellamonte alla città di Napoli, seguita dall’intervento del Monsignore Gervais e Del Dott. Valerio Monda sull’importanza che l’arte e la fede hanno nelle nostre vite.

Un particolare ringraziamento va al padre della giovane Annalisa Durante, Giovanni Durante il quale tutti i giorni è impegnato nella lotta alla Camorra, a Don Antonio Del Vecchio che grazie alla sua fede cerca di sradicare l’odio dal cuore dei corrotti.

Dott. Giuseppe Spoletini

Tota Pulchra: Associazione per la promozione sociale   —   C.F.: 97939900581

Sede Legale: via della Paglia 15 - Roma (RM)   —   IBAN: IT11Q0623005031000040531966

Tota Pulchra
Tota Pulchra Events
Twitter
Youtube
Instagram