Giovedì 21.02.2019, presso il salone principale del Centro Studi Americani di via Michelangelo Caetani 32, si è svolto un importante convegno dal titolo: “Giovani e cultura politica: dalla responsabilità alla leadership”. L’adunata è stata organizzata da Riccardo Pilat, giovane di belle speranze nonché autore del saggio: “L’armonia del potere. Verso una nuova agorà dell’Umanesimo”, libro che sta riscuotendo notevole successo per la semplicità contenutistica unita ad una chiarezza espositiva che fanno del Pilat uno studioso emergente di geopolitica. A moderare l’evento è stato il dott. Federico Castiglioni, dottorando in “Scienze Politiche” presso l’Università di Roma 3 e ideatore di “Intellegoblog”.

Tanti i temi proposti e trattati dagli intervenuti: il fallimento della politica non supportate da idee originali e calate all’interno del contesto socio-economico di uno Stato; il valore della leadership, intesa come ruolo da esercitare in una realtà sociale e non come una semplice e qualsivoglia acquisizione generica di ruoli; il valore positivo dell’internazionalizzazione e, soprattutto, il ruolo che avranno i giovani in una società che non gli considera come un valore e una risorsa ma come un problema, un insanabile problema (nell’ottica contemporanea sono portatori di problemi e non di speranze).

Dal dibattito è emersa l’importanza di costruire un orizzonte di valore e di senso dove i giovani potranno esprimere tutto il loro potenziale; proprio nell’armonia/opposizione tra reale e ideale si giocherà la leadership del futuro. Solo attraverso la cultura della responsabilità e del dovere si potrà scardinare il paradigma classico che vede la società ferma

L’innovatore moderno dovrà essere un soggetto che non ha paura di abbandonare la tradizione, alcune sue interpretazioni intese inizialmente «come deviazioni dal sistema, come errore, non erano altro che uno spostamento del sistema» (Tynianov, 1968)

Al convegno ha partecipato anche l’associazione di promozione delle Arti “Tota Pulchra”, da sempre attenta non solo all’importanza cruciale dell’arte e dei movimenti artistici nella società odierna ma, non da meno, al ruolo chiave che rivestono i giovani nella politica attuale e nello scenario geopolitico futuro.

Ecco le parole del presidente Jean Marie Gervais: «L’arte è subordinata a una finalità e dimostra che la storia si può percepire nella struttura stessa di un’opera d’arte procurandole una “eternità” che non è intesa come quiete o come punto di arrivo, ma come un porsi sulla strada offerta “dal piano inclinato del tempo”, che permette agli eventi di spostarsi e avanzare verso tempi posteriori a quello in cui è stata creata. I giovani di oggi devono essere come gli Avanguardisti, ossia degli anticipatori che portano nel presente il futuro e, attraverso il loro sguardo lungimirante, ci proietteranno in una nuova concezione di società».

Gabriele Russo

Tota Pulchra: Associazione per la promozione sociale   —   C.F.: 97939900581

Sede Legale: via della Paglia 15 - Roma (RM)   —   IBAN: IT11Q0623005031000040531966

Tota Pulchra
Tota Pulchra Events
Twitter
Youtube
Instagram