L’architetto è la figura professionale per eccellenza del settore edilizio: egli lavora per studi di architettura, imprese edili, enti pubblici. La sua funzione, idealisticamente parlando, è quella di comprendere i desideri dei suoi clienti, tradurli in idee creative mediante la stesura del progetto operativo e, infine, cercare di realizzarli. Fondamentale è anche la fase del “rendering”, ossia la simulazione della fattibilità del progetto che si intende sviluppare. Il progetto, coadiuvato da particolari software informatici come CAD deve, inoltre, per essere a norma di legge, tener conto delle norme vigenti in materia di costruzioni, sicurezza, pianificazione e rispetto ambientale. L’architetto è anche - ma direi soprattutto - un esteta: oltre a creare edifici e spazi architettonici (aspetto funzionale del suo lavoro), cerca di badare a tutte quelle componenti artistiche fondamentali non solo per il progetto in sé che si intende realizzare ma, soprattutto, per creare una continuità armonica col paesaggio storico circostante. Il suo prezioso lavoro investe sia il macrocosmo che il microcosmo dell’edilizia: può occuparsi di una stanza, di un corridoio, di una casa, di un edificio e, persino, di strade, stadi o interi quartieri. Il suo lavoro non finisce qui: essenziale è seguire i lavori in cantiere. Questo per due motivi precisi: assicurarsi la riproduzione pressoché fedele del progetto ideato e, qualora dovessero esserci intoppi di natura organizzativa, procedurale e tecnica, agire tempestivamente per risolvere l’imprevisto.

L’associazione di promozione sociale Tota Pulchra, diretta da Mons. Jean Marie Gervais, ha avuto il piacere di conoscere il dott. Augusto Paolini, giovane architetto poliedrico da sempre appassionato di studi sull’edilizia, progettazione, arte e, attività che lo gratifica notevolmente, anche di investimenti nel settore immobiliare. Il dott. Paolini, dopo aver conseguito la maturità scientifica, si iscrive al corso di laurea in Architettura all’UNICAM di Ascoli Piceno, piccolo comune marchigiano, conseguendone la laurea magistrale a pieni voti. Perfezionista e amante della cultura, il dott. Paolini consegue anche tre Master universitari: due, rispettivamente, di 1º e 2º livello in ”Real Estate Finance and Development” e un altro in “Progettazione di Architetture Sostenibili” presso l’INARC (Istituto Nazionale di Architettura). La passione per il settore immobiliare, invece, la deve alla piccola attività gestita dai suoi genitori, che lo ha proiettato fin da subito nel mondo del lavoro e nella dedizione costante ad esso.

Nonostante sia ancora un ragazzo, egli detiene il 90% delle quote della “Società Italiana Investimenti Italiana” (S.I.I), di cui è Amministratore Unico (la restante quota di partecipazione è in mano al fratello Edoardo Paolini, ricercatore universitario e avv. esperto di diritto societario). La società in questione, che ha sede a Roma e Milano, opera attivamente dal 2011 nell’ambito degli investimenti immobiliari. L’obiettivo a lungo termine – come più volte ammesso – è quello di portare la società d’investimento ad affermarsi come punto di riferimento futuro nell’area Centro-Nord, diversificando l’attività fino ad occuparsi, oltre che degli investimenti residenziali, anche di quelli commerciali e direzionali. Da ricordare che il dott. Paolini detiene anche il 25% del gruppo “Paolini Costruzioni” e altre quote di compartecipazione in varie società.

Il punto di forza delle sue società è quello di puntare sui piccoli e medi investitori, così come sui medi imprenditori che, di fatto, sono la forza trainante degli investimenti nel nostro paese che si regge sulla piccola e media impresa.  Un altro punto di forza è rappresentato dalle operazioni che vengono proposte ai clienti rispetto alla concorrenza: soluzioni che vanno dal -15% al -50% rispetto ai tradizionali prezzi di mercato quasi standardizzati e generando alte plusvalenze in tutte le tipologie di operazioni. Analizzando gli immobili in maniera approfondita, tramite i dati statistici dell’O.M.I e il numero di transizioni effettuati in Conservatoria, la S.I.I riesce a individuare compiutamente tutte le tipologie di operazioni possibili per non incappare in eventuali e spiacevoli errori di investimento.

Tra il dott. Augusto Paolini e l’associazione Tota Pulchra è nata una speciale sinergia mirata alla conservazione dell’immenso patrimonio artistico-immobiliare: in primis di Roma, centro di irradiamento della cultura cristiana e, non da meno, dell’Italia, che racchiude circa il 60% del patrimonio artistico mondiale.

Gabriele Russo

Tota Pulchra: Associazione per la promozione sociale   —   C.F.: 97939900581

Sede Legale: via della Paglia 15 - Roma (RM)   —   IBAN: IT11Q0623005031000040531966

Tota Pulchra
Youtube
Instagram