Sono Gisella Scibona mamma di tre splendide figlie, dopo tanto girovagare per motivi di studio e di lavoro, vivo ed insegno ad Acireale. Sono nata in un paese dell'entroterra siciliano, Niscemi nominato anche Santamaria, per via del ritrovamento di un quadro raffigurante la Madonna, paese al quale rimango molto legata e dove spesso mi reco nella mia casa posizionata proprio di fronte al santuario. Questo luogo per me è fonte di ispirazione creativa e di tanta pace interiore, è il mio rifugio. Questa è anche sede di una associazione culturale, il mio desiderio creare la casa dell'artista e di realizzare, nel grande giardino un parco tematico con posizionate opere d'arte sacra (i misteri del rosario). Sin da bambina sono cresciuta tra le" pezze", mia madre faceva la sarta, seduta accanto a lei ,in una atmosfera calorosa piena di amore apprendevo le prime tecniche del cucito; cominciai a capire la qualità dei tessuti, la loro differenza, e soprattutto si mise in moto la mia  creatività. Infatti ad ogni pezza strana che trovavo, una mantovana, una coperta, chiedevo a mia madre di realizzarmi un abito;  dopo tanta fatica a capire e ad accettare la mia strana richiesta, lei sfinita cedeva, ed io con molto orgoglio e coraggio (ce ne voleva tanto) lo indossavo la domenica  dopo la messa per la passeggiata (sfilata) che nei paesi era consuetudine fare( sono nata nel 61).Crescendo ho perseguito l'obbiettivo del posto fisso raggiungendo giovanissima lo scopo, a 23 anni cominciai ad insegnare, tralasciando il mio sogno, quello di creare abiti, accessori, monili, arredamento, tutto ciò che è creatività. Questo" bisogno" che sentivo forte come l'aria per respirare, era sempre presente e timidamente cercava di emergere, ma subito soffocato per vari motivi (la crescita delle figlie che ho dovuto affrontare da sola, a causa di una dolorosa separazione, la mancata organizzazione che questo ambito richiede, gli investimenti economici).Talmente tanto è la mia voglia di creare, sono riuscita nell'ambito del mio lavoro(la scuola) a realizzare un progetto finalizzato alla ricerca, la progettazione e la realizzazione di abiti d'epoca, e nella qualità di tutor ho inserito alcuni alunni portatori di handicap, per me una grande soddisfazione vedere la gioia di questi ragazzi. Da quel momento si è riaccesa la voglia di ricominciare a creare, scoprii che stavo bene (terapeutico),non guardavo le ore passare, mi immergevo tra manichini e stoffe ed il tempo si fermava. Poiché sono innamorata della mia terra, della sua cultura, delle tradizioni nei vari ambiti, ho realizzato un progetto culturale Artcouture.Sicily il quale intende trasportare la "bellezza" contenuta nelle opere d'arte tramite la moda e i suoi accessori. Ho realizzato diverse collezione di abiti artistici dedicati a Van Gogh, Botticelli, Leonardo, Modigliani, Frida, fra questi alcuni seguono delle mostre itineranti nelle più belle città, tra esse Parma capitale della cultura italiana. Agli abiti ho abbinato la mitica coffa siciliana, chiamandola coffartistica, ho invertito lo standard delle bellissime coffe tradizionali che riprendono fregi e simboli della nostra Sicilia. Le mie coffe fungono da transfer, esse vogliono trasportare l'arte, sia quella classica finalizzata a scopi culturali/artistici, che quella di artisti contemporanei, con i quali, con molto orgoglio ed onore nasce  una intesa di valori condivisi ,una amicizia, poi la collaborazione con le loro opere. Tra questi con le opere del maestro Lorenzo Chinnici  e di altri 60 artisti provenienti da vari Paesi sono stata coinvolta con le mie creazioni in un progetto artistico internazionale . Le mie creazioni, tra queste le coffeartistiche, vengono realizzate principalmente proprio in quella casetta vicino al santuario mariano sopracitato e ne trasmettono l'essenza. In una atmosfera familiare, rilassante, dove con le mie figlie ci divertiamo a inventare, abbinare, ricercare: passamanerie, nastri, ricami, giummi per rendere la coffartistica unica, irripetibile, poiché diventa impossibile ripeterla nella sua totale interezza, anche se l'opera usata è la stessa, manca e aggiungiamo il dettaglio che ne fa la differenza. A caratterizzarle ulteriormente, sono gli elementi di pietra lavica colorata. Poiché sono molto devota alla Madonna (ho ricevuto il dono della maternità l'otto dicembre giorno dell'Immacolata) ho progettato e realizzato delle corone del rosario con pietre semipreziose, come vera devozione alla Vergine, indossare il rosario come gioiello con la consapevolezza della devozione. Alla Fashion Week a Milano ho presentato, con grande successo, la coffartistica con opere sacre abbinate al rosario, moda e arte sacra. Con spirito di gratitudine ne ho realizzato e donata una al maestro Roberto Capucci, ci accomuna l'amore e la gratitudine alla Vergine. In cantiere la realizzazione di una mostra con opere d'arte sacra (i misteri del rosario) riportate sulla coffartistica, la coffa come tela e abbinati i vari rosario gioiello. Di recente, con molta emozione, faccio parte dell'associazione Tota Pulchra, sono certa che niente avviene per caso, dove sento di essere arrivata nel posto giusto che da una vita cercavo. Un ringraziamento a tutti per l'accoglienza, spero di dare il mio contributo per onorare l'Immacolata, Tota Pulchra, a Lei devo tutto, così il mio cerchio si chiude.

 

Pagina Instagram: artcouture.sicily

 

 

Tota Pulchra: Associazione per la promozione sociale

Sede Legale: via della Paglia 15 - Roma (RM)   —   C.F.: 97939900581

IBAN: IT11 B031 2403 2170 0000 0233 966   —   Codice BIC: BAFUITRRXXX

 

Tota Pulchra
Tota Pulchra News
Instagram
LinkedIn
Youtube