Martedì 29 giugno alle ore 9:30, il Santo Padre Francesco ha presieduto la Santa Messa nella Basilica Vaticana in occasione della solennità dei santi apostoli Pietro e Paolo, patroni della città di Roma, assieme alla Delegazione del Patriarcato ecumenico di Costantinopoli.

I tre prelati ortodossi – Metropolita di Calcedonia Emmanuel, il Metropolita greco ortodosso di Buenos Aires Iosif e il Diacono Barnabas Grigoriadis – che domani prenderanno parte alla celebrazione eucaristica, sono stati ricevuti stamattina da Papa Francesco.

La funzione celebrata assieme alla delegazione per mettere in luce la condivisa successione apostolica e la fraternità ecclesiale in quanto la festa dei Santi Pietro e Paolo è celebrata nello stesso giorno dai cattolici e dagli ortodossi .
Durante la celebrazione è stata proposta l’innografia bizantina. Si attribuisce a San Pietro l’idea di aver per primo nel coro trovato la modalità per mantenere l’armonia delle voci, per la gloria a Dio e al servizio degli uomini e di ottenere così il titolo di protocorifeo.

Intorno al cammino di unità tra Roma e Costantinopoli, il Metropolita Emmanuel ha fatto riferimento al 2025, quando si celebreranno i 1700 anni del Concilio di Nicea. In quell’anno coincideranno le date della Pasqua per i cristiani, che pur essendo calcolate con la stessa formula – introdotta appunto dal Concilio di Nicea – utilizzano due calendari differenti – il gregoriano per i cattolici e il giuliano per gli ortodossi – potendo provocare differimenti tra i festeggiamenti della Pasqua fino a cinque settimane.

Il Metropolita Emmanuel: «La questione della celebrazione comune della Pasqua si impone gradualmente come una questione ecumenica di prim’ordine. Infatti, come possiamo testimoniare la verità del mistero che sta al cuore della testimonianza del cristianesimo se rimaniamo divisi su questo tema? Credo che il Giubileo che è alle porte dovrebbe invitarci a riflettere sulle nostre pratiche liturgiche nel rispetto dell’integrità del corpo di Cristo. Celebrare la Pasqua la stessa domenica in tutto il mondo cristiano su questa base storica conciliare sarebbe un potente messaggio di testimonianza e riconciliazione».

 

di Valentina Ughetto

Tota Pulchra: Associazione per la promozione sociale

Sede Legale: via della Paglia 15 - Roma (RM)   —   C.F.: 97939900581

IBAN: IT11 B031 2403 2170 0000 0233 966   —   Codice BIC: BAFUITRRXXX

 

Tota Pulchra
Tota Pulchra News
Instagram
LinkedIn
Youtube